1. login
  2. carrello
 x 

Carrello vuoto

Consigli utili per fare un buon caffe’ in casa.

Fare un buon caffè in casa non è molto difficile, basta seguire alcune semplici regole ma attenzione, dimenticarne anche solo una può vanificare tutta la preparazione.

Prima di tutto vorrei fare una premessa sulla miscela che utilizzerete per il vostro caffè.

Non scegliete mai un caffè già macinato in quanto in questo caso, anche se conservato sottovuoto questo perde facilmente il suo aroma, in grani invece riesce a mantenere le sue proprietà per un tempo molto più lungo.

La cosa migliore è acquistare una miscela di caffè in grani e macinarlo subito prima dell’uso, ma se questo non è possibile, va bene anche farselo macinare al momento dell’acquisto. Ricordatevi però in questo caso di acquistarne al massimo il necessario per 10 /15 giorni, altrimenti anche se pur ben conservato perdereste molte importanti qualità del vostro buon caffè.

E’ molto importante acquistare una miscela di qualità, il caffè è un piacere, meglio gustarne uno di meno ma come si deve. Inoltre la differenza tra una miscela pregiata e una di basso prezzo economicamente non incide che pochi centesimi per ogni caffè, mentre spesso ha una grande differenza qualitativa.

Anche l’acqua con cui si fa il caffè è molto importante, va bene anche quella del rubinetto a patto che non abbia un sapore troppo marcato, con eccessiva presenza di calcare o calcio, in questo caso meglio utilizzare una normale acqua oligominerale in bottiglia.

Il caffè in grani o in polvere va conservato in contenitori ermetici e lontano da cibi che emettono forti odori (tisane, formaggi, spezie ecc.) in quanto il caffè ha la proprietà di assorbire gli odori.

CON LA MOKA

  1. Riempire la caldaia della moka con l’acqua fino a raggiungere il livello della valvola di sicurezza, ma senza oltrepassarla altrimenti avrete un caffè più lungo e leggero.
  2. Riempire generosamente il filtro con il caffè macinato, senza pressare: basta assestarlo battendo il filtro su un piano o formando una piccola cunetta con il cucchiaino.
  3. Chiudere la caffettiera ben stretta e porla su un fuoco lento.
  4. Appena il caffè comincia ad uscire, alzare immediatamente il coperchio per evitare che la condensa del vapore ricada nel bricco.
  5. Poco prima che il caffè sia completamente uscito togliere la moka dal fuoco, per evitare che arrivi ad ebollizione conferendo alla bevanda uno sgradevole aroma di bruciato.
  6. Prima di servire il caffè, che va consumato caldo per godere a pieno del suo gusto e del suo aroma, è bene mescolarlo, perché la prima parte risulta più concentrata rispetto alla seconda.

Dopo l'uso pulire accuratamente la moka - smontata nelle sue tre componenti - semplicemente con acqua tiepida (mai usare saponi o detergenti); particolare cura nella pulizia del filtro, per evitare che i residui di caffè si trasformino in un ricettacolo di germi e muffe.

 

Quando la moka è nuova o è rimasta inattiva a lungo, prima di utilizzarla è consigliabile farla funzionare con acqua e poco caffè. In questo modo nelle sue pareti interne si deposita un sottile strato di residui grassi, che previene il contatto diretto tra il caffè e le pareti di allumino della moka (che potrebbero conferirgli un sapore metallico).

 

PROSSIMAMENTE CONSIGLI PER UN BUON CAFFE’ CON LA MACCHINA ESPRESSO PER CASA.